Scroll to Content

Dopo aver visitato la suggestiva Forra Dell’ Infernaccio mi misi a cercare se in zona vi potessero essere situazioni simili, quello che serviva era un importante e ripido salto di quota con un buon corso d’acqua che vi passasse dentro.
In breve individuai un punto nel territorio di Celleno (VT) che, sulla carta, sembrava possedere questi requisiti, individuai anche la strada più vicina ed il punto da dove, forse, si poteva procedere verso la cascata.

Tutto questo in teoria: il primo sopralluogo confermò che la cascata in effetti c’era (e nemmeno piccola), la vidi solo da lontano in quanto dopo aver girato per un po non riuscii ad individuare un passaggio tra rovi, cespugli e canne (la forra comunque è bellissima, con la parete destra imponente:
uno strapiombo verticale che in qualche punto arriva a sfiorare i cinquanta metri di altezza, mentre il lato sinistro pur molto ripido ha un punto accessibile).
celleno-cascata-7

Intanto feci delle ricerche ma non trovai altre informazioni: a tutto il 2015 di questa cascata non ne parlava nessuno nè sul web nè sulle guide che possedevo.
Durante un secondo tentativo notai quella che doveva essere una stradina che andava nella giusta direzione ovvero verso la cascata e scendendo gradualmente nella forra ma il suo percorso era ormai completamente invaso dalla vegetazione.
Non mi rimaneva quindi che rimboccarmi le maniche ed aprire un passaggio.
Lavorai per un po e poi mi fermai davanti ad una jungla di canne: in un paio d’ore ero avanzato solo di qualche decina di metri….
La volta successiva continuai il sentiero ed alla fine, con discreta fatica, riuscii a sbucare nel letto che il torrente occupa quando è in piena. Qui la situazione era nettamente migliore: finalmente si poteva camminare !!!
Il torrente disegna alcune cascatelle, tra i massi, e su di essi ci si può arrampicare con un po di attenzione fino ad arrivare sotto alla cascata del Fosso Della Mola.

Sopra, invece, prima che il torrente compia il salto, ci sono i resti di un mulino.

yeti Difficoltà: YETI
(cosa vuol dire ?)

Tags:

4 Comments

  1. Bellissima, non sapevo di questa cascata, ne ho viste tante nella tuscia, ma questa mi era sfuggita!
    sai darmi qualche indicazione più precisa su come trovarla?

  2. ti posso dare un aiuto… segui il fosso dell’Acquaforte …

  3. Grazie, intanto ho trovato l’infernaccio, il fosso dell’acqua forte è quello che genera la cascata dell’infernaccio o l’altro?

  4. no, non è quello

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *