Scroll to Content

Questo una volta era il ‘Castello di Montemarte‘ arroccato su di un’altura rocciosa in posizione dominante rispetto alle Gole del Forello, tra Orvieto e Todi, un luogo di passaggio obbligato, oggi come allora, ma che un tempo era tutt’altro che raccomandabile.

Si racconta che i guelfi di Montemarte lo fecero costruire nel 922.
Da allora varie volte e per mano di truppe armate, il Castello di Montemarte passò alternativamente sotto il controllo di Todi ed Orvieto e fu testimone di rivalità accese e sanguinarie.

Tutte queste lotte possono oggi, forse, essere rievocate con l’aiuto dell’immaginazione, mentre ci si aggira per i ruderi ancora visibili di questa Rocca.

Spicca, sul punto più in alto, quel che resta della torre, poi tratti di mura con feritoie, qualche ambiente … ma soprattutto è ben identificabile quella che era la, grande, chiesa di Sant’Andrea.

Da quassù il panorama è notevole e lo sguardo si posa sulle profonde vallate che scendono verso il Tevere.

Dall’altro lato del fiume segnalo la Chiesa di San Leonardo

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *