Scroll to Content

Umbria, Monti Martani … in una località isolata posta su di un’altura a più di 900 mt di quota che domina le valli sottostanti, si trova un’antica e misteriosa costruzione, opera dell’uomo.

Si tratta di un Cerchio di Pietre del diametro di circa 90 mt e di geometria molto precisa.

Il cerchio è composto da massi di forma irregolare e dimensioni varie (ma comunque non superiore ai 50 cm) incastrati a secco, l’uno sull’altro, a formare appunto un grande anello il cui spessore è di circa 3 metri e la cui altezza attuale è di meno di un metro.

Nei secoli, la crescita di alberi e piante ha danneggiato moltissimo la struttura provocando il distacco di molti blocchi che ora si trovano sparsi tutto intorno, ma l’antico tracciato murario è ancora ben leggibile.

Sopra il muro di massi si ipotizza ci fosse una palizzata in legno ma è da escludere che il tutto servisse per difendere l’insediamento: troppo bassa e fragile come difesa, inoltre nel lato sud il cerchio era aperto con un passaggio che consentiva l’ingresso.

cerchio pietre monti martani

La superfice interna, delimitata dal cerchio, si presenta non pianeggiante ed irregolare con molte rocce che emergono dal terreno e che non sono state regolarizzate dall’uomo.

E’ visibile anche una depressione nel suolo che può essere stata usata come pozzo votivo.

cerchio pietre monti martani
Ma chi ha costruito il cerchio, quando e con quale scopo ?

E’ stata ipotizza dalla Soprintendenza Archeologica dell’Umbria una datazione al VIII-VI sec. A.C.
L’insediamento potrebbe essere stato un luogo di culto o di osservazione astronomica , costruito forse dall’etnia degli Umbri (Umru, uno dei popoli più antichi d’Italia).

Come accennato il Cerchio si trova in posizione isolata e dimenticata, frequentata solo ed occasionalmente da animali al pascolo: un’oasi di natura incontaminata, un’eco lontanissima del nostro passato.

 
gatto Difficoltà: GATTO (cosa vuol dire ?)

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *