Scroll to Content

Lungo il corso del Biedano, a Blera, si incontrano varie ed impressionanti miniere che furono utilizzate in passato come cave per l’estrazione, probabilmente, di materiale per uso cementizio.

Le miniere sono tutte piuttosto grandi e già questo le rende visivamente spettacolari, ma è soprattutto la serie di gallerie e cunicoli in cui sono suddivise che crea degli scorci particolarmente suggestivi.
In alcuni tratti tra corridoi, ambienti e passaggi, intervallati da bizzarre ‘colonne’ di sostegno, si ha proprio l’impressione di trovarsi in un labirinto sotterraneo dal look primitivo.

Generalmente le cave sono in buono stato, solo in alcune di esse si vedono dei crolli, di dimensioni colossali, che inquietano parecchio … non è proprio il posto più sicuro del mondo, ma la curiosità ha sempre la meglio.

Si notano, nei dintorni, segni di frequentazione come ripari rupestri, forni per la cottura, muretti di contenimento, il tutto nascosto dalla vegetazione selvaggia che accompagna il Biedano che in questo tratto ha un’acqua limpidissima.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *