Scroll to Content

Nel Marzo del 2019, con una spedizione di Archeotuscia, siamo andati a cercare questo che potremmo definire come piccolo insediamento rupestre o luogo di eremitaggio, sperduto nelle campagne oltre Tuscania.

Sull’estremità di un piccolo promontorio tufaceo furono ricavate una serie di strutture, in parte in muratura ed in maggior parte ricavate nel tufo.
La funzionalità delle varie parti non è sempre ben leggibile a causa di crolli e smottamenti, quello che risalta di più all’occhio, tra la folta vegetazione, sono un pozzo, diverse grotte, un ambiente arcuato e con due ingressi e un taglio nel banco di tufo.
C’è anche una bella nicchia ricavata in un masso.
L’intero insediamento è separato dal resto della collina da un fossato largo diversi mentri, chiaramente artificiale.

Purtroppo non si hanno notizie storiche su questo luogo, quindi non se ne conosce la denominazione né quando iniziò la frequentazione e da parte di chi.

Le uniche cose che parlano sono alcuni reperti fittili che si trovano nel terreno: ceramica grezza senza decorazioni riconducibile, genericamente, all’età medievale.

Come detto si può ipotizzare essere stato un piccolo insediamento rupestre oppure un eremo considerato l’isolamento del luogo.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: