Scroll to Content

labirinto etrusco
Ti saluto visitatore moderno che giungi in questo posto con gli occhi pieni di curiosità e la mente colma di domande.

Ti saluto ma ti avviso: non è più tempo.

Tanti secoli sono passati, millenni … e con loro uomini e vicende che hanno portato via la magnificenza che fu.

Non vedrai quindi gli eleganti filari in blocchi di travertino che rivestivano questo tumulo, nè il bianco che intonacava le pareti delle camere e nessuna statua cineraria rimane a raffigurare chi era qui sepolto e nulla resta delle lamine d’oro che rivestivano la stanza del re.

Oh certo, potrai infilarti, come un topo, nel labirinto di cunicoli e strisciare dentro sperando di trovare chissà cosa ma sappi che, pur se appaganti per la tua sete di meraviglie, essi non sono che una piccola parte di quelli che ve ne erano un tempo … e delle tante tombe, le camere dove giacevano i nostri corpi, solo poche ne troverai, la altre sono tutte crollate e ricoperte di terra.

Non è più tempo.
Pensa che il grande pilastro che vedi oggi illuminato dal sole, era una volta al centro di una stanza rotonda e sotterranea, eterna, buia e silenziosa.

Quello che vedi, caro visitatore, è solo il fantasma, sbiadito, di questo luogo e della sua grandezza.

Purtroppo non posso rispondere alla tua domanda, se questa è stata la tomba del grande Porsenna, non mi è permesso rivelarlo ed il tempo che mi è stato concesso sta per scadere.

Ora mi congedo da te fiducioso che saprai rispettare queste antico luogo e portarne con te un ricordo.

ein thui ara enan

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: